carles cerdà

ITALIANO

CARI/CARE ALLIEVI/E:

MI DISPIACE, MA QUEST’ANNO 2008-2009 NON C’È PIÙ ITALIANO NELL’IES SOROLLA. PROVATE L’ANNO PROSSIMO. NONOSTANTE QUESTO, HO DECISO DI NON CANCELLARE I COMMENTI E LE TESTI DELLE CANZONI QUE CI SONO IN QUESTO CAPITOLO.ARRIVEDERCI.

CARLES

Dedicat als meus alumnes d’italià de 4t de l’ESO, especialment a Luisa Quiñones, que és l’única que em deixa comentaris.I en valencià!

Dedicat als de sempre. Ja sabeu que hui hem estat comentant (lèxic, verbs, frases fetes…)el fragment de “La vita è bella”que vam veure la setmana passada.Recordeu: quan Guido es trasllada a la ciutat per obrir una llibreria, s’allotja en un petit magatzem que li deixa el seu oncle, cambrer d’hotel. Mentre espera els permisos per obrir la llibreria, Guido ajuda el seu oncle. Com que mai no havia fet de cambrer, li pregunta com ha de servir els clients, com ha d’estar pendent d’allò que desitgen i ,finalment, com ha de fer-los la reverència: 45, 60, 90 graus? El vell li contesta: “Guarda i girasoli: si inchinano al sole,ma se ne vedi qualcuno che è inchinato un po` troppo significa che è morto. Tu stai servendo, ma non sei un servo.” Capito? És la frase del dia.

Consell del dia. No us perdeu la pàgina Web del Departament d’Italià de l’EOE(Escola Oficial d’Idiomes) de Quart de Poblet. És una meravella! Visiteu-la, per favore!

Renzo Arbore, un divertit cantant i showman italià, escrigué fa anys una cançó molt famosa en què s’exalta la vida nocturna. Un moment per relaxar-se, disfrutar i oblidar els problemes que ens assetgen de dia. Heus ací la lletra:

Ogni giorno la vita è una grande corrita (ma la notte, no!) / chi sta sopra e chi sotta (ma la notte, no!)/Il mattino è un pò grigio se non c’è il dentifrigio(ma la notte,no!)./Tu ti guardi allo specchio e ti sputi in un ecchio (ma la notte, no!) / Poi comincia il lavoro e dimentichi il cuoro (ma la notte, no!)/ Parli sempre e soltanto delle cose importanto (ma la notte, no!)/E ti perdi la stima se non trovi la rima (ma la notte, no!)/ Ti distrugge lo stress e dimentichi il sess (ma la notte, no!) / che stress, che stress, che stress di giorno (ma la notte, no!)/ (TRE VOLTE DI PIÙ) / Giorno, mi tormenti così, giorno mi fai dir sempre sì (ma la notte, UNDICI VOLTE DI PIÙ, no!) / Lo diceva Neruda che di giorno si suda (ma la notte, no!)/ Rispondeva Picasso, io di giorno mi scasso (ma la notte, no!) / E per questa rottura non si trova la cura(ma la notte, no!)/ Il morale s’affioscia, la pressione s’ammoscia(ma la notte, no!)/S’amoscia, s’amoscia, s’amoscia di giorno (ma la notte, no!) (TRE VOLTE DI PIÙ)/ Giorno, mi tormenti così, giorno mi fai dir sempre sì…ma la notte (TRENTUNO VOLTE DI PIÙ) no!

_________________________________________________________________

Traducció de Valebloc(più o meno il testo direbbe…):

De dia la vida és anar d’un lloc a un altre a tota pressa, (però a la nit, no!)/De dia lluiten els que estan dalt i els que estan baix, (però a la nit, no!)/ El matí es presenta gris si se t’ha acabat la pasta de dents,(però a la nit, no!)/ Et mires a l’espill i t’escups en un ull,(però a la nit, no!)/ Després comença el treball i oblides el cor(però a la nit, no!)/ Parles sempre i només de les coses importants,(però a la nit, no!)/ Perds la pròpia estima si no trobes la rima,(però a la nit, no!)/ Et destrueix l’estrés i oblides el sex(e),(però a la nit, no!)/.Quin estrés, quin estrés, quin estrés de dia, (però a la nit, no!)”Dia, ets per a mi un gran turment, dia em fas dir a tot que sí”, (però a la nit, no!)/ Ja deia Neruda que de dia se sua, (però a la nit, no!)/ Responia Picasso “jo de dia em vinc avall”(però a la nit, no!) /Per a aquesta ruptura no es troba la cura, (però a la nit, no!)/ La moral s’afluixa, la tensió s’abaixa de dia,(però a la nit, no!)/ S’abaixa, s’abaixa, s’abaixa de dia,(però a la nit, no!)/”Dia, ets per a mi un gran turment, dia,em fas dir a tot que sí”, (però a la nit, no!)

Naturalment que amb la traducció es perden els jocs de paraules que hi ha en italià.La cançó era la sintonia d’un mítim programa nocturn que presentava Arbore,amb l’Orquestra Italiana, a la Rai.Es deia “Quelli della notte”(Eixos de la nit).Es féu tan popular que el grup de joves del video d’ací baix, la canten mentre se’n van de festa. Espere que no ho feu mai, això. No això de cantar,que està molt bé, sinó conduir i cantar alhora. Darrere d’aquesta “alegria” hi ha l’alcohol. Ja sabeu això: si beus (o “cantes” com aquests) no conduïsques. Feu-me cas. Atentament. Valebloc(i la Direcció General de Trànsit).Ací tenim alguns comentaris al video a Youtube.

Auguri, ragazzi. Fate il piano con la macchina. Buono il vino,eh?

ITALIANO DAL VIVO

A Itàlia, en els anys 80 del segle proppassat anomenaven “un paninaro”el que ací déiem “un pijo”.En aquest video de l’època, un presentador, acompanyat del showman Enzo Arbore -di chi abbiamo già parlato- entrevisten un d’aquests espècimens.

PRESENTATORE:In arrivo un autentico paninaro. ENZO:Da dove arrivi,paninaro? PANINARO:Milanese, milanese purosangue.Di Portodenielse.PRESENTATORE: I paninari di Roma, come sono? PANINARO: Non esistono. Non ci sono paninari a Roma. ENZO: Eludi che facciano campane lì! Sono dei dilettanti! Guarda questo! PRESENTATORE: Questa è la corrente più popolare. RENZO: Tu sei tanto paninaro che a me mi è venuto appetito quando sei arrivato qui. PRESENTATORE: Vediamo perché il nostro paninaro è il numero uno nel look, di quel particolare tipo di moda. Partiamo dalle scarpe. Devono essere delle Timberland al carboncino. È importantissimo far notare il segno del cambio della moto. Eccolo. Questo è importantissimo. Senza di questo,non si può essere…non vale. Ci vuole la macchia nera del cambio. RENZO: Ecco. Fatela con carbone a casa se non avete la motoretta. PRESENTATORE: Poi c’è il calzino da tennista, bianco. Poi sale su con un blujeans cinquecentouno. Il cinquecentouno è famoso perché -possiamo alzare- non ha la zip bensì dei bottoncini di metallo. È scomodissimo, ovviamente . Sotto questi bottoncini c’è una mutandina a calzoncino. Possiamo aprire, qua? Apriamo tutto. Questa è una cintura tipica di buon paninari, perché? PANINARO: Perché è Di Giano.È solo nostra. Noi lo sappiamo,ma…il piumino deve essere per forza Monclair. PRESENTATORE: Questa è una novità dell’estate 85: questa è la camis.. la chemise, che devono avere tutti quanti. Sotto, una T-shirt bianca, rosa? PANINARO: Rosa, verde rosa. PRESENTATORE: manica corta, manica lunga? RENZO: Senti, questa qua io la chiamo la canottiera della salute.È obbligatoria. PRESENTATORE:Andiamo in zona calda, il che vuol dire il volto.Il volto del paninaro deve essere abbronzato, quasi come un copertone, è vero? PANINARO:Sì, sì. RENZO:Questi qua sono i segni degli occhiali, pratticamente come se fosse una cicatrice che viene stampata… PRESENTATORE: E il capello como deve essere? PANINARO: Noi odiamo i… DONNA:Questa donna è molto elegante,però diciamoci la verità: Il cappellino completa. Una vera signora si deve mettere sempre un cappello. PRESENTATORE: Un’altra cosa importante è lo slang dei paninari PANINARO: Il linguaggio del paninaro è così.. che è “cuccare”?RENZO: Le parole chiave. PANINARO: Andare in giro è “a rimorchio”, che ti vedano le tipe, tutte le cose strane, hai capito? RENZO: Ma da dove viene “cuccare”? PANINARO: cucco, cuccare… dal cucco? hai capito? RENZO: Ho capito. PRESENTATORE: Che vuol dire “fuori di melone”? PANINARO: Un’innovazione di “fuori di testa”. RENZO: Dunque io sono un paninaro. PANINARO: Anche se sei camuflato, sei un paninaro. RENZO: Come sono fiero, io, di essere un paninaro. Seguiamo.Allora in testa della la classifica nel hit parade di oggi…

CANZONE DELL’ESTATE. Nella vecchia fattoria, quante bestie ha zio Tobia?

L’ITALIÀ, SEGONA LLENGUA ESTRANGERA. DEMANA-LA! PLACES LIMITADES!

Deixa un comentari

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

Esteu comentant fent servir el compte WordPress.com. Log Out / Canvia )

Twitter picture

Esteu comentant fent servir el compte Twitter. Log Out / Canvia )

Facebook photo

Esteu comentant fent servir el compte Facebook. Log Out / Canvia )

Google+ photo

Esteu comentant fent servir el compte Google+. Log Out / Canvia )

Connecting to %s

%d bloggers like this: