carles cerdà

VIAGGIO IN ITALIA

(DAL 18 AGOSTO AL 25 AGOSTO 2012): IL PIEMONTE E I LAGHI

GRAZZIE  TANTE ALLA VIKIPEDIA

 18, sabato

NOVARA (IL PARADISO PER LA  ZANZARA)

Novàra (Noara in piemontese, Nuara in lombardo)è un comune italiano di 105.052 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia della regione del Piemonte.È il secondo comune della regione per popolazione,dopo Torinoo e crocevia di importanti traffici commerciali tra gli assi viari che congiungono Milano a Torino e Genova alla Svizzera Simbolo della città è la cupola  della Basilica di San Gaundenzio, alta 121 metri. A 95 km da Torino, 23 km da Vercelli. Dista inoltre circa 35 km dal Lago Maggiore e 40 km dal Lago d’Orta. Risicoltura [troppi risotti per me] A differenza di altre città del Nord Italia, uscendo da Novara lo stacco tra il termine dell’abitato e l’inizio della campagna è nettissimo. Restaremo diverse notti allo stesso albergo, La Bussola, un pò speciale. Lo vedrete.È la casa degli orologi.

San Gaudenzio (Novara)

19,domenica

PAVIA. 71.120 abitanti,capoluogo capoluogo  dell’omonima provincia in Lombardia.Posta sul fiume Ticino, poco a nord dalla confluenza di questo nel Po a 35 km a sud di Milano,  fu fondata dai romani con il nome di Ticinum.Fu capitale del regno longobardo. Dal Medioevo Pavia è sede di una delle più antiche universtità italiane. La città era fortificata fino al 1872, quando i bastioni sono stati trasformati in viali e giardini pubblici; gran parte delle mura, però, sopravvisse fino al 1901, quando fu abbattuta per costruire i viali di circonvallazione.Le origini antiche e un passato di grande importanza hanno lasciato a Pavia un patrimonio artistico notevole. Tra le attrazioni turístiche principali ci sono: il Museo situato nel Castello Visconteo,San Pietro in Ciel d’Oro,la Pinacoteca Malaspina, il Duomo,Santa Maria del Carmine, San Michele Maggiore, San Teodoro ed il famoso Ponte Coperto sul Ticino, oltre che il Palazzo Bottigella. A pochi chilometri dalla città è situata la Certosa di Pavia.Pavia è il capoluogo di una fertile provincia dedicata soprattutto all’agricoltura: viticultura, risicultura, e cerealicoltura. Poche sono le industrie; le principali attività della città sono l’Università e il Policlinico San Matteo.Pavia è una delle tappe importanti sulla Via Francigena, cammino di pellegrinaggio per Roma .A Pavia, in via Ugo Foscolo, 11 (casa Cornazzani) abitò per circa un anno (nel 1894) il quindicenne Albert Einstein con la sua famiglia.

Il clima è quello tipico della medio-bassa Pianura Padana. Gli inverni sono freddi ed umidi, le estati calde e afose ma il caldo è talvolta interrotto da forti temporali che rinfrescano in modo rapido ma temporaneo l’aria. Essendo una città di dimensioni modeste, la nebbia e il gelo invernale interessano anche il centro città. La primavera e l’autunno sono molto piovosi.[noi abbiamo avuto,invece,  un caldo da morire]

Il ponte coperto

Il centro storico cittadino è situato sulla riva sinistra del Ticino, mentre sulla riva destra è Borgo Ticino, quartiere che era originariamente fuori dalle mura della città. Il centro storico e Borgo Ticino erano collegati dal Ponte Coperto (detto anche Ponte Vecchio), datato 1351-1354, che fu danneggiato durante la seconda guerra mondiale dai bombardamenti alleati e abbattuto nel dopoguerra per la scarsa sensibilità del tempo verso i monumenti storici. Una copia del ponte antico, non del tutto fedele all’originale, è stata costruita nel dopoguerra.

La Certosa di Pavia Gra-Car (Gratiarum Chartusia) è un monastero cistercense e Santuario della Beata Vergine Maria Madre delle Grazie,  distante circa 8 km a Nord di Pavia. Il monumento, risalente al XIV secolo, venne edificato nel periodo tardo-gotico italiano.[bellissimo, da non perdere] Siamo stati, alla fine, al comune di Vigevano.

                                                                                                       façana de la Cartoixa de Pavia

 20, lunedì

Varallo (Varal in piemontese), spesso indicato erroneamente come Varallo Sesia, è un comune di 7.538 abitanti della provincia di Vercelli in Piemonte, situato in  Valsesia.

Il Sacro Monte di Varallo.È il più antico dei Sacri Monti, essendo stato eretto a partire dal 1491 da Bernardino Caimi, già custode in Terra Santa.

Il Carnevale di Varallo

Il carnevale è una delle tradizioni più sentite a Varallo. Le manifestazioni si svolgono tutti gli anni dal giorno dell’Epifania (6 gennaio) al mercoledì delle ceneri, primo giorno di Quaresima. Durante questo periodo la città è governata dalla maschera Marcantonio Carlavèe, re dei Dughi e dei Falchetti (così si chiamano i varallesi durante questo periodo). Accompagnato dalla maschera femminile (la Cecca, eletta ogni anno tra le ragazze più belle della città), Marcantonio porta gioia e allegria nel corso di manifestazioni pubbliche, balli, cene e iniziative per bambini, anziani e disabili. Tra gli eventi più partecipati ci sono la Veggia Pasquetta (celebrata sempre il 6 gennaio), il Ballo della Cecca, la Carnevalàa n’tla stràa, la Giubiaccia, la Raccolta della Legna e il Bal d’la Lum. Il vertice del carnevale di Varallo si tocca il martedì grasso con la preparazione e la distribuzione alla popolazione della Paniccia, un minestrone di riso e verdure cotto sul fuoco dentro enormi pentoloni, che un tempo serviva come pasto caldo per poveri e carcerati. L’ultimo evento è il Processo e il rogo a Marcantonio che cade il primo giorno di Quaresima chiudendo il calendario di iniziative. Il carnevale viene organizzato da un apposito Comitato che si costituisce in autunno e porta avanti le manifestazioni dell’anno successivo.

Il lago d’Orta o Cusio (Lagh d’Òrta in piemontese e in lombardo) è un lago alpino del Piemonte collocato tra le province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola.

 21, martedì.

LAGO DI COMO

 « Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti, tutto a seni e golfi, a seconda dello sporgere e del rientrare di quelli, vien, quasi a un tratto, a ristringersi, e a prender corso e figura di fiume, tra un promontorio a destra, e un’ampia costiera dall’altra parte; e il ponte, che ivi congiunge le due rive par che renda ancor più sensibile all’occhio questa trasformazione e segni il punto in cui il lago cessa, e l’Adda ricomincia per ripigliar poi nome di lago dove le rive, allontanandosi di nuovo, lascian l’acqua distendersi e rallentarsi in nuovi golfi e in nuovi seni », belle parole di Alessandro Manzoni.Il Lario, più comunemente lago di Como (Lagh de Comm in lombardo, è un lago lombardo, non piemontese, naturale di origine glaciale, modellato dalle glaciazioni successive, ricadente nei territori di comuni appartenenti alle province  di Como e Lecco.Gli autori latini designano il lago di Como con il termine latino “Larius”. Isola Bella e Isola dei Pescatori.

La ciutat de Como, en el llac homònim

L’Isola bella

L’isola dei pescatori

È il terzo lago italiano ( 145 km²) e il primo per sviluppo perimetrale con 170 km. È il quinto bacino più profondo d’Europa con i suoi 410 metri dopo 4 laghi norvegesi. Raggiunge una lunghezza di 46 km (Gera Lario-Como) ed è largo da 650 metri a 4,3 km. Bifido fiordo interamente scavato nella cerchia delle prealpi lombarde, con una caratteristica forma a “Y” rovesciata o, come recita un diffuso detto locale, a forma di uomo:

« Il lago di Como ha la forma di un uomo, una gamba a Lecco e quell’altra a  Como, il naso a  Domaso ed il sedere a Bellagio. »

È uno dei più suggestivi paesaggi italiani, decantato nell’800 dai maggiori poeti del Romanticismo:Manzoni, Stendhal,Byron o Franz Liszt.Si trova a 199 m s.l.m.

 DIA 22, mercoledì

Torino , Turin in piemontese è un comune italiano di 905.780 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia e della regione Piemonte.È il quarto cumune italiano per popolazione dopo Roma, Milano e Napoli e costituisce il terzo polo economico del paese. L’area urbana conta 1.700.000 abitanti ed un’area metropolitana che l’OCSE stima attorno ai 2.200.000 abitanti. Capitale del Ducato di Savoia dal  1563, del Regno di Sardegna  dal 1720, e quindi prima capitale d’Italia  dal 1861 al 1865 è uno dei maggiori centri universitari, culturari, turistici e scientifici del Paese. È  la capitale italiana dell’industria dell’automobile, nonché importante centro dell’ editoria, delle telecomunicazione, del cinema, della pubblicità, dell’enogastronomia, del design e dello sport.Torino sorge nella pianura delimitata dai fiumi Stura di Lanzo, Sangone e Po (quest’ultimo attraversa la città da sud verso nord). La città è anche bagnata dalla Dora Riparia, che scorre vicinissima al suo centro storico. Situato a 96 km de Novara.Clima temperato delle medie latitudini con estate calda (temperatura media assoluta del mese più caldo non inferiore ai 22º), inverni freddi e senza stagione asciutta. Più precisamente, Torino ha un clima temperato sub-continentale, con inverni freddi e relativamente asciutti ed estati calde.39,7°C il giorno 11 agosto 2003. Ingenti nevicate Nello storico febbraio 1956 si toccarono i valori più bassi assoluti nella serie climatologica: -22 °C.Dopo alterne vicende che videro nei secoli seguenti anche l’elezione della città a libero comune, Torino venne inglobata definitivamente nei possedimenti dei Savoia.

mole Antonelliana

lago Maggiore o Verbano (Lagh Magior in piemontese, Lach Magiur in lombardo) è un lago prealpino di origineglaciale, il  secondo per superficie in Italia.Le sue rive sono condivise tra Svizzera(Canton Ticino)e Italia (province di Verbano-Cusio-Ossola, Novara, Varese)

 23, giovedì

Giorno libero a Torino. Visita al Museu egizio e alla Mole Antonelliana, con l’interessante Museo Nazionale del Cinema.

24,venerdì

SALUZZO-ABADIA DI STAFFARDA

« v’è un sol monviso sulla terra, un solo gruppo di monti come quello, un solo pian che s’agguagli di saluzzo al piano. »Silvio Pellico) Saluzzo (Salusse in piemontese) è un comune di 17 183 della provincia di Cuneo  in Piemonte, rappresenta uno splendido esempio di architettura medievale piemontese conservando, stretta nel circuito delle antiche mura, le caratteristiche urbanistiche di diverse epoche. Capitale per ben quattro secoli di un marchesato indipendente, le numerose testimonianze del suo nobile e ricco passato ne confermano il ruolo di città d’arte.

Eredità degli antichi fasti di piccola capitale, la città svolge tuttora una fondamentale funzione di riferimento a beneficio dell’area circostante, con una concentrazione di servizi: l’ospedale, il tribunale, le istituzioni scolastiche, la stazione ferroviaria, le fiere e le numerose manifestazioni a carattere artistico e culturale. Saluzzo si distingue inoltre per essere al centro di una fertile campagna altamente specializzata nel campo frutticolo.

L’Abbazia di Santa Maria di Staffarda è uno dei grandi monumenti medioevali del Piemonte; conservata in gran parte nella sua integrità del momento di massima espansione, si trova a Staffarda di Revello, in provincia di Cuneo..

Complesso abaziale di Staffarda:

Inizio costruzione 1135.La visita dell’abbazia consente di osservare elementi interessanti dell’architettura romanica della prima metà del XII secolo e gotica dei secoli XIII-XV, elementi delle trasformazioni di epoca moderna (compresi i contrafforti ad archi rampanti), edifici dell’attività agricola dal XVII secolo. La chiesa, che nella sostanza si manterrà in forme romaniche, offre poi tracce cospicue di arte del gotico internazionale e del rinascimento di cui Bruno Ciliento e Guido Gentile  hanno delineato indirizzi salienti nelle complesse storie che hanno portato a curiosi reimpieghi e dispersioni, in particolare nei primi decenni del XIX secolo, all’epoca del re di Sardegna Carlo Alberto di Savoia.

Finalmente, si mangia allo slow food, di cui si era tanto parlato. Indimenticabile. Salita al cenobio in cui fu sparato il film Il nome della rosa.

Sacra de San Michele (impressionant enclau!)

Stresa è un comune italiano di 5.196 abitanti della provincia del Verba Cusio Ossola.La prima fonte storica che cita l’esistenza di Stresa è una pergamena del 998, nella quale il luogo viene chiamato “Strixia”, termine di probabile derivazione longobarda che significa “striscia di terra”. In questa località, nel 1935, fu costituito un accordo politico e militare fra Italia, Francia e Gran Bretagna, detto Fronte di Stresa. Dal 3 al 6 Giugno del 2004 questa città ospitò la cinquantaduesima riunione del Gruppo Bilderberg. Il territorio di Stresa è diviso in quattro parti, è in parte costiero, in parte insulare, in parte collinare ed in parte montano. La parte costiera comprende il nucleo storico di Stresa, e la frazione di Carciano, la parte insulare comprende tre delle quattro Isole Borromee (Madre, Bella, Pescatori), la parte collinare comprende una serie di frazioni a dominio del lago (Levo, Binda, Campino, Passera, Someraro, Vedasco, Brisino e Magognino) e la parte montana comprende la frequentata stazione sciistica del Mottarone, gli alpeggi sottostanti al versante est della montagna ed  il  Giardino Botanico Alpinia. Stresa è collegata alla stazione sciistica ed al giardino botanico tramite una funivia divisa in due tronconi, il primo tratto conduce da Stresa al Giardino Alpinia, mentre il secondo troncone sale, dal Giardino Alpinia, al Mottarone. Su questa vetta, che raggiunge i 1491 mslm sorgono, inoltre, alcuni impianti sciistici.

  25, sabato

SUPERGA. Superga è il nome del colle più alto della collina di Torino, che sorge ad est di del capoluogo piemontese, sul quale è edificata l’omonima basilica.Quando Jean Jacques Rousseau venne per la prima volta a Superga guardando il panorama sottostante esclamò pieno di entusiasmo: «Io ho dinnanzi il più bello spettacolo che possa colpire l’occhio umano». Già Edmondo De Amicis scriveva: «Il panorama del colle di Superga è più grande e più bello della sua fama», ed anche Papa Pio XII  lo definì «il più bel panorama d’Europa».

Partiamo verso l’aeroporto milanese di Malpensa. Arrivo a Valenza alle ore 18,30.

 

 

 

Deixa un comentari

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

Esteu comentant fent servir el compte WordPress.com. Log Out / Canvia )

Twitter picture

Esteu comentant fent servir el compte Twitter. Log Out / Canvia )

Facebook photo

Esteu comentant fent servir el compte Facebook. Log Out / Canvia )

Google+ photo

Esteu comentant fent servir el compte Google+. Log Out / Canvia )

Connecting to %s

%d bloggers like this: